Immagine
 Valerio... di Carla
 
"
Un'idea che non sia pericolosa non merita affatto di essere chiamata idea

Oscar Wilde
"
 
\\ Home Page
Benvenuto nel blog di Carla Verbano, alla ricerca della verità

"Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse."

La Storia di Valerio nella rete
 
03/10/2007 - Valerio Verbano - Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
20/05/2007 - Bruciata lapide che ricorda Valerio Verbano - Veltroni telefona alla madre. Cento: «Vigliacchi»
19/05/2007 - Fuoco alla lapide di Verbano - Veltroni: "Bisogna evitare il clima di odio"
22/03/2007 - RETI INVISIBILI Valerio Verbano - Valerio Verbano
22/03/2007 - La Storia siamo noi - Valerio Verbano - La Storia siamo noi - Valerio Verbano

Gli articoli
 
Di Admin (del 05/06/2012 @ 16:25:54, in blog, linkato 14645 volte)
Siamo un gruppo di compagne e compagni che hanno condiviso, quasi quotidianamente, gli ultimi 32 anni di vita al fianco di Carla Verbano. Qualcun* anche di più, essendo stat* amic* e compagn* di Valerio e avendo frequentato da qualche tempo prima la famiglia Verbano. Siamo stat* con lei non soltanto nelle lotte, nella ricerca di giustizia e verità, nella solidarietà, nella condivisione, ma anche nelle piccole cose di tutti i giorni, nelle gioie e nei grandi dolori di questa Donna immensa.
Abbiamo vissuto amicizia, complicità, confronto, anche discussioni, in un rapporto quasi figliale ed è proprio questo che ci ha sempre considerato, per sua stessa ammissione, figlie e figli. Carla ci ha affidato, oltre che il suo affetto, la sua stima e la sua riconoscenza (ma mai tanto grande quanto la nostra nei suoi confronti, per l'arricchimento che questa Donna ha portato alle nostre vite), anche le sue cose più tecniche. Ed è per questo, ad esempio,che da quando Carla ha imparato l'uso del web, ha condiviso con alcun* di noi le chiavi e le password del Blog di Valerio e delle pagine Facebook da lei create. Nessuno di noi si è mai permesso, finché Carla è stata in vita,di interagire con suddetti mezzi senza il suo consenso.
Quando ha avuto inizio la drammatica parabola dei ricoveri ospedalieri, tutti i comunicati, le richieste, quelli che erano diventati dei tristi bollettini medici apparsi nelle sue due pagine Facebook, sono sempre stati pubblicati per sua richiesta e sua volontà, nelle forme e nei contenuti. Da quando Carla non è più potuta entrare in internet, da aprile, non è stata accettata più alcuna amicizia su Facebook proprio perché non poteva essere lei ad acconsentire o no. Il suo ricovero in condizioni gravissime all'Ospedale Pertini, è accaduto il 4 aprile. Appena è venuta a mancare, i due compagni ai quali Carla aveva affidato le password, le hanno condivise con compagne e compagni che hanno emesso il comunicato sulla sua dipartita.
Nello stesso periodo fino ai giorni dopo la sua morte e oggi ancora, alcuni individui che si ritengono compagni, hanno iniziato a insultare, infamare e gettare fango su tutto ciò che circondava Carla Verbano.
Li chiameremo vigliacchi, perché non sono degni di altra denominazione.
Vogliamo narrare la nostra storia di lotte, resistenze, fatta di passaggi collettivi politici, sociali, territoriali, siamo sempre disposti a confrontarci a viso aperto.
I vigliacchi, qualche mese fa dietro lo schermo di un monitor, hanno preso di mira la Palestra Popolare Valerio Verbano: hanno accusato i compagni che la gestiscono di usurpare il nome di Valerio e insinuato di arricchirsi sottobanco con la creazione della struttura sportiva. La Palestra Popolare intitolata a Valerio, lo ricordiamo, è una delle realtà più belle dello sport romano: ha acceso una luce nel quartiere ribelle per antonomasia di Roma, il Tufello. Sorta in un luogo nel quale c'era una specie di discarica di siringhe e rifiuti, è stata sostenuta da Carla che ricopriva la carica di presidente onorario. Uno spazio dove si respira aria fresca, di sport, aperto ai giovani e non, del quartiere e dove Carla ha chiesto, personalmente e per iscritto,di essere salutata per l'ultima volta.
I vigliacchi sapendo bene dell'impossibilita di Carla di collegarsi, hanno avviato infamie e insulti. Costoro e una piccola cerchia di loro seguaci che assentivano al loro vomitare veleno (ma molti sicuramente erano stati confusi dalla distorsione reiterata), hanno continuato a delirare periodicamente in modo arrogante: postavano i loro commenti nei profili di Carla di 10,000 potenziali utenti lettori ed hanno bannato la maggioranza di quest* compagn* che insultavano. Usando nomi virtuali, hanno scritto che siamo: "spie, amici dei fascisti, amici delle guardie e che tenevamo Carla in ostaggio...".
Valutiamo molte gravi e pesantemente infondate, le calunnie di depistaggio, rivolte a compagni che hanno scritto della storia di Valerio. Abbiamo deciso, contravvenendo a ciò che ci eravamo prefissi (mantenere questo Blog aperto ai pensieri, alle dediche, agli omaggi, alle idee alle lotte di tutti e 10,000 compagni e compagne di Carla che ne fanno parte, senza intervenire e moderare mai, se non nel rilasciare comunicati), di inserire la moderazione al Blog di Carla Verbano, sicuri che lei avrebbe fatto lo stesso. Si sono comportati come dei fascisti, peggio dei fascisti, avranno lo stesso trattamento che Carla riservava ai fascisti che tentavano di entrare nei suoi spazi, saranno bannati.
Noi, insieme con tutti voi, raccogliamo la battaglia di Carla e di Sardo, per il nome, la storia, l'attivismo di Valerio Verbano e per conoscere la verità sul suo omicidio. Per avere giustizia, nel suo nome, è una promessa che tutti noi abbiamo fatto a Carla fino alle ultime ore della sua vita. Raddoppieremo gli sforzi, saremo ancora di più, non consentiremo di mettere il bavaglio alla storia di Valerio Verbano.

Non accorderemo a nessuno di infangare, insultare, infamare
Altri distruggono, Noi costruiamo
Valerio è vivo, Noi non dimentichiamo!

le compagne e i compagni di Valerio, Carla e Sardo Verbano
 
Di Admin (del 06/05/2012 @ 23:00:00, in blog, linkato 608 volte)
 
Di Carla (del 16/02/2011 @ 17:13:31, in blog, linkato 12604 volte)

22 febbraio 1980 - 22 febbraio 2011 Valerio Verbano, ucciso dai fascisti. Un'idea non muore, la rivolta continua.22 febbraio 1980 - 22 febbraio 2011 Valerio Verbano, ucciso dai fascisti. Un'idea non muore, la rivolta continua

http://www.globalproject.info/it/produzioni/Valerio-Verbano-Unidea-non-muore/7382

http://www.globalproject.info/it/produzioni/Unidea-non-muore/7481

Calendario Iniziative:

12 febbraio

ore 18.00 Palestra Popolare Valerio Verbano via delle Isole Curzolane 133

Presentazione del libro "Delitto Verbano: una ferita ancora aperta. Passione e morte di un militante comunista" Roma 25 febbraio 1961 - Roma 22 febbraio 1980 di Marco Capoccetti Boccia parteciperanno l'autore, Carla Verbano, Cristiano Armati (Castelvecchi) e l'avvocato Flavio Rossi Albertini.

in contemporanea: Mostra/esposizione: "Valerio, non un nome su una via ma su tutte le vie, su tutte le piazze" esposizione di tutti i manifesti su Valerio dal 1980 ad oggi

13 febbraio

Palestra Popolare Valerio Verbano via delle Isole Curzolane 133

Mercato terra/TERRA dall'alba al tramonto nel giardino della palestra torna il mercato senza mercanti di agricoltori, allevatori e artigiani diretti.

in contemporanea: continuerà la mostra/esposizione dei Manifesti su Valerio

18 febbraio
ore 19.00 presso CCP Centro di Cultura Popolare - Tufello via capraia 81

Baschi Neri: Squadrismo, nostalgie e doppiopetto del neofascismo capitolino
interverrano Emiliano Fittipaldi (l'Espresso) e Guido Caldiron (Liberazione).

19 febbraio

ore 18.00 Palestra Popolare Valerio Verbano via delle Isole Curzolane 133

Presentazione del libro "Valerio Verbano. Ucciso da chi, come e perchè" di Valerio Lazzaretti edito da Odradek parteciperanno insieme all'autore Carla Verbano, Sante Notarnicola (scrittore e poeta), Claudio Del Bello (editore Odradek).

ore 20.30 CCP Centro di Cultura Popolare - Tufello via capraia 81.
ROCK4ALL
un progetto di giovani musicisti emergenti del quartiere/ingresso gratuito.

20 febbraio

ore 18.00 presso CCP via capraia 81.

ROSSO VIVO, reading teatrale con Attrice Contro


22 febbraio 2011

ore 16.00 UN FIORE PER VALERIO Via Monte Bianco sotto la lapide.
ore 17.00 CORTEO CITTADINO concentramento sotto la lapide in via Monte Bianco.

ore 20.00 MUSICA E TEATRO alla Palestra Popolare Valerio Verbano

Mostra fotografica Un'idea non muore di Valerio Nicolosi

Rap e Parole con Miltant A + AttriceContro

a seguire spettacolo teatrale di ULDERICO PESCE

 
Di Carla (del 22/07/2010 @ 17:18:10, in blog, linkato 6961 volte)
Un nuovo spazio per lasciare commenti.
 
Di Carla (del 06/02/2010 @ 17:44:55, in blog, linkato 19149 volte)

La pacificazione della destra, tra svastiche ed elezioni

ROMA ANTIFASCISTA, TUFELLO ROSSO!

10 / 2 / 2010

Leggendo i giornali di oggi abbiamo capito che il sindaco Alemanno ha le idee un po’ confuse. Ieri sera, in un impeto (non richiesto) di “pacificazione”, ha proposto l’intitolazione di una via a Valerio Verbano. Peccato che la strada già esiste, si trova nel parco delle Valli, inaugurata qualche anno fa da Veltroni.

Carla Verbano, la mamma di Valerio, sorvolando sulla gaffe imbarazzante, ha chiesto invece al sindaco di utilizzare il suo ruolo istituzionale e la sua storia politica per riaprire il processo e individuare i responsabili dell’omicidio.

A distanza di poche ore, nella notte, i soliti coraggiosi con la muffa in testa e il coltello in tasca hanno imbrattato i murales, nel quartiere Tufello, accanto alla Palestra popolare dedicata proprio a Valerio.

La cosa interessante è che, pochi metri dalle scritte, sono stati attacchinati i manifesti di Casa Italia Colle Verde, una delle sedi dei fascisti di Casa Pound, formazione che sostiene ufficialmente la candidatura alle elezioni regionali del vice coordinatore del Pdl di Roma, Luca Malcotti.

Una provocazione grave che segnala ancora una volta in maniera esplicita la connessione politica tra fascisti e destra di governo, non solo nella nostra città ma anche nella coalizione che sostiene la candidatura di Renata Polverini.

Inutile dire che questi episodi non ci fanno paura, anzi ci danno più forza nella costruzione dei percorsi culturali, sociali e politici che mantengono viva la storia antifascista di Valerio.

Tra pochi giorni partiranno le tante iniziative previste per il trentennale dell’assassinio, tra cui, il 18 febbraio la presentazione del libro di Carla Verbano, il 20 il corteo e il concerto a piazza Sempione, il 22 l’assemblea al liceo Archimede e il presidio in via Monte Bianco.

Ancora una volta sarà un’occasione collettiva di difesa della memoria, di lotta e di festa, aperta alla città che non si arrende allo stato di cose presenti.

Guai a chi ci tocca. Valerio vive!

Horus Project - Palestra Popolare Valerio Verbano - Astra19



18 FEBBRAIO 2010 PALESTRA POPOLARE VALERIO VERBANO e ASTRA 19 Presentazione del libro scritto da Carla Verbano con Alessandro Capponi alle ore 17,00 ASTRA 19 in via Capraia

20 FEBBRAIO 2010 CORTEO alle ore 16,00 CONCERTO: 99 POSSE . ASSALTI FRONTALI . COLLE DER FOMENTO . RANCORE . EMPATIA VENEFICA

22 FEBBRAIO 2010 UN FIORE PER VALERIO appuntamento alle ore 16,00 in via Monte Bianco

“Sono tanti i motivi per i quali, dopo trent’anni, non ho smesso di cercare il colpevole. E tra tanti, ce n’è uno che è proprio una tortura. Quando questo ragazzo è comparso davanti ai miei occhi, non aveva il passamontagna. Potrei ancora identificarlo”.

Carla Verbano

22 FEBBRAIO 1980 VALERIO VERBANO, UCCISO DAI FASCISTI   20 FEBBRAIO 2010 ORE 16,00 CORTEO DA VIA MONTE BIANCO CONCERTO 99 POSSE ASSALTI FRONTALI 22 FEBBRAIO 2010 ORE 16,00 UN FIORE PER VALERIO

Trent’anni fa veniva ucciso nella sua casa Valerio Verbano, davanti gli occhi della madre Carla, per mano dei fascisti dei Nar.
Valerio era uno studente del liceo Archimede, attivo nelle campagne di contro-informazione che denunciavano i legami tra settori dello stato, eversione nera e poteri forti.
Un anniversario dal forte valore simbolico che, ancora una volta, vogliamo vivere come occasione collettiva di difesa della memoria storica, battaglia di verità e giustizia. Ma anche come occasione di lotta e di movimento.

Non è un caso che negli ultimi anni si sono moltiplicati i progetti culturali, sociali e sportivi dedicati a Valerio, per fare della memoria uno strumento di trasformazione radicale del presente.
Ricordare oggi Valerio, significa lottare per una società più libera, contro la paura e l’egoismo, per nuovi diritti di cittadinanza, contro un modello sociale fondato ancora sullo sfruttamento. Strappare spazi alla speculazione, affermare il diritto alla casa, contrastare la precarietà di vita e di lavoro, aprirsi a una società meticcia e multiculturale, praticare autonomia e indipendenza.

Oggi la storia di Valerio vive nei percorsi e nei progetti avviati in questi anni nei nostri quartieri, nelle scuole e in tutta la città. Per queste ragioni abbiamo pensato a un calendario di iniziative che prova ad esprimere tutta la ricchezza di questo filo rosso della memoria.

Si parte giovedì 18 febbraio, alle 17, all’Astra 19 di via Capraia, con la presentazione del libro “Sia folgorante la fine”, scritto da Carla Verbano. Si prosegue sabato 20, alle 16, con il corteo cittadino che partirà da via Monte Bianco, dove abitava Valerio, per poi concludersi a piazza Sempione. Qui, dalle 20, ci sarà un grande concerto, in cui si esibiranno, tra gli altri, 99 Posse, Assalti Frontali e Colle der fomento. Un luogo simbolico, nel quartiere di Valerio, che negli ultimi anni ha visto un’importante esperienza di autogestione, produzione culturale e lotta alla speculazione, rappresentata dal centro sociale Horus. Una vertenza ancora aperta, nonostante lo sgombero militare e la distruzione del novembre scorso.

Infine, lunedì 22 febbraio, giorno dell’anniversario, ci saranno due appuntamenti: la mattina, al liceo Archimede, un'assemblea organizzata dalle reti studentesche cittadine; il pomeriggio, dalle 16, il presidio in via Monte Bianco: “Un fiore per Valerio”.

A distanza di trent’anni, vogliamo proseguire il percorso di Valerio, ricordare la sua passione per la libertà e per la vita.
Non per odio, ma per dignità.
Valerio vive.

Le compagne e i compagni di Valerio
 
Di Carla (del 08/11/2009 @ 16:22:06, in blog, linkato 4119 volte)
Valerio Verbano, Napoli Scampia 21 novembre 2009Sabato 21 novembre 2009 alle ore 11,30 verrà intitolata una Strada nel quartiere di Napoli Scampia in memoria di Valerio Verbano, Antifascista.

La scelta del Quartiere di Scampia esprime tutta la voglia di alzare la testa e lottare contro il degrado e l'emarginazione che da anni segnano uno dei quartieri più popolari di Napoli.



La strada di Valerio Verbano

 
Di Carla (del 17/08/2009 @ 18:55:58, in diario di carla, linkato 9393 volte)
Con Valerio sempre nel Cuore e nelle Nostre Lotte!
 
Di Carla (del 19/02/2009 @ 17:53:55, in blog, linkato 14822 volte)
Visto il numero sempre più grande di messaggi sul vecchio post che è causa di rallentamento del Blog, ecco un nuovo spazio!
 
Di Carla (del 07/06/2008 @ 16:31:57, in blog, linkato 20301 volte)
Denuncia della madre di Valerio da Repubblica di Laura Mari f_Logoflyerm_0002dba.jpg Roma - Dopo due anni di lavori di ristrutturazione e appena tre mesi di attività, la palestra popolare intitolata alla memoria di Valerio Verbano rischia di chiudere. A denunciarlo è Carla Verbano, madre 84enne del giovane studente antifascista che il 22 febbraio del 1980 venne ucciso a colpi di pistola, nella sua casa di via Monte Bianco, da alcuni militanti dei Nar. «Alcuni ragazzi dei centri sociali del IV Municipio – racconta Carla Verbano – nel 2005 hanno occupato un vecchio rudere in via delle Isole Curzolane, al Tufello, per trasformarlo in una palestra popolare aperta al quartiere, un luogo intitolato alla memoria di Valerio e che fungesse da punto di raccolta per i giovani della zona». Un traguardo che i ragazzi dell’Horus Okkupato, il centro sociale di piazza Sempione che ha lanciato l’idea della nascita della palestra, hanno raggiunto lo scorso 22 febbraio, quando la struttura è stata inaugurata a conclusione di un corteo antifascista. «Ora però- denuncia Carla Verbano- l’Ater non intende concederci un regolare affitto se prima non provvediamo a saldare una mora di 144mila euro, equivalenti al mancato pagamento dell’affitto degli ultimi due anni, calcolato per una cifra pari a seimila euro al mese». Una somma che ovviamente i ragazzi del IV Municipio (che hanno già speso 40mila euro per i lavori di ristrutturazione) non sono in grado di sostenere e che rischia di far sfumare il sogno della palestra popolare. «Per questo motivo – fa sapere Carla Verbano- ho scritto una lettera al presidente dell’Ater Petrucci, ai presidenti di Regione e Provincia, Marrazzo e Zingaretti, e al sindaco Alemanno affinché intervengano per sbloccare una situazione che, per un apparente intoppo burocratico, ha nuovamente impedito l’assegnazione dello stabile in una maniera che ritengo offensiva e scorretta». Opinione condivisa anche dai portavoce dell’Horus Okkupato, secondo cui «le istituzioni hanno il dovere di mobilitarsi per evitare che una realtà così importante, sia dal punto di vista simbolico che sociale, scompaia dal territorio cittadino. Motivo per cui nelle prossime settimane verranno organizzati sit-in e manifestazioni di protesta». E dopo aver invitato il sindaco Alemanno a visitare la palestra popolare «per rendersi conto dell’enorme sacrificio fatto dai ragazzi del quartiere per trasformare un vecchio rudere in una splendida palestra popolare e constatare così che non tutte le occupazioni degli edifici sono dannose per la città», Carla Verbano si augura che «la politica lavori per sbloccare la situazione e dimostrare che il nome di Valerio Verbano in questi anni non è stato usato solo a fini di propaganda elettorale».
 
Di Carla (del 11/02/2008 @ 16:31:34, in diariodicarla, linkato 4179 volte)
Un'idea non muore: Valerio vive! [1993] VALERIO VERBANO CORTEO 22/2/2008
 
Ci sono 9 persone collegate

< giugno 2012 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Cerca per parola chiave